top of page

Reiki: offrirlo gratuitamente o chiedere un compenso?

Aggiornamento: 3 apr 2022


"Il denaro non è ciò che appare, ha radici molto profonde. Il denaro non è una semplice realtà esteriore, ha a che fare con la tua mentalità e con il tuo atteggiamento interiore. Il denaro è il tuo amore per le cose, la tua fuga dalla gente, la tua sicurezza contro la morte; il denaro è il tuo sforzo di controllare la vita... è mille e una cosa. No, il denaro non si manifesta solo nelle semplici banconote, è il tuo amore per le cose." Osho


Sono 20 anni che mi occupo di Reiki e ho notato che l’argomento del denaro legato al Reiki ritorna ciclicamente.


Spesso l’argomento verte se sia giusto o non giusto far pagare sia i seminari (apprendimento) sia i trattamenti (benessere personale). Esistono diverse scuole di pensiero a riguardo; c’è chi dice che reiki è spiritualità e quindi non va fatto pagare e chi dice che è corretto chiedere un compenso per la propria professionalità ed esperienza.


Io sono di un’opinione diversa che riguarda il rapporto di ognuno con il denaro. La questione non è se Reiki è spirituale o non lo è, ma ha a che fare sul come mi sento o come mi pongo nel momento in cui chiedo ad un cliente di pagarmi per un trattamento Reiki o un seminario.


Più precisamente chiediamoci: quali sono i miei pensieri, opinioni e sensazioni riguardanti il denaro? E come mi sento nel momento in cui chiedo a qualcuno un compenso per il mio lavoro o le mie prestazioni o servizi?

Quanto mi valorizzo nel lavoro che svolgo?


Tutto ciò che io penso sul denaro le mie opinioni e sensazioni derivano dal mio vissuto passato, se ho vissuto in una famiglia ricca o povera, se sono entrato facilmente in contatto con la prosperità o se ho dovuto faticare per ricevere ciò che meritavo. Quanto valgo veramente lo decido io e lo decido in base al valore che do ai miei servizi.


Come vedi tutto ciò ha a che fare con i condizionamenti e pensieri di ognuno riguardo al denaro… è bello/brutto, è sporco/pulito, è utile/negativo, tutti questi giudizi ci sono stati inculcati da altri e noi come delle spugne abbiamo assorbito tutto questo.


Il denaro è energia neutra e in quanto tale non ha alcun polo. L’energia del denaro non è né positiva né negativa, il denaro in sé non è né bello né brutto, né pulito né sporco, né buono né cattivo. A seconda di chi lo riceve e da come lo utilizza, il denaro può assumere una connotazione ben precisa. Per esempio se lo utilizzo per comprare della droga prende una connotazione negativa, se lo utilizzo per un trattamento Reiki diventa positiva, ma non è il denaro in sé ad essere così, è il suo impiego che può diventare negativo o positivo.


In un’intervista ad Osho, ”Vendere Beatitudine” lui stesso ha detto cose molto interessanti riguardo al denaro. Secondo lui è giusto far pagare un seminario piuttosto che un trattamento, altrimenti le persone non danno valore a quello che stanno facendo e Usui stesso chedeva un compenso per trattamenti e seminari.


Concludendo nessuno ha ragione e nessuno ha torto, ognuno è dotato di libero arbitrio e decide per se stesso se far pagare o non far pagare il trattamento Reiki o un seminario.

Senza giudicare o criticare chi fa diversamente, ognuno ha un proprio rapporto con il denaro, ed è solo in base a questo che si possono fare delle scelte, quindi lavorate sul vostro rapporto col denaro e scoprirete che è un flusso di energia che si muove in un unica direzione, quella del Benessere e della Prosperità.

72 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page